Osnaghesi: Molgora Stella (Ricordi di Angela Maria Sala)

 

Molgora Stella e Colombo Ambrogio (Anni 60)

Beh, ci tenevo proprio a pubblicare questa foto.

Della bidella Stella si parla continuamente nei racconti pubblicati relativi ai ricordi della scuola. Una volta la bidella era, con la maestra, una figura di riferimento. Me la ricordo anch’io negli anni ’60 quando frequentavo la scuola elementare, ed è stato molto bello ricevere la foto che vedete pubblicata qui sopra.

Ancora un grazie  a Cristina Brivio per aver condiviso con noi queste fotografie e aver raccolto questa e altre storie che saranno pubblicate.

Ricordi di Angela Maria Sala

“Mia mamma faceva la bidella della scuola elementare. Si chiamava Molgora Stella.

Alcune volte mi chiedeva di darle una mano a scuola, prima e dopo le lezioni, per alcune faccende giornaliere che io odiavo :

riempire i calamai nei banchi

pulire i pavimenti con segatura bagnata usando la scopa di sagina

pulire i banchi con la scopa di piume. Allora i banchi erano chiusi quindi terribilmente scomodi da pulire .

Sulla scuola mi viene in mente anche una storia che mi raccontava.

Durante la guerra, i partigiani catturati venivano rinchiusi, in attesa di essere mandati chissà dove, nelle cantine della vecchia scuola . Rimanevano anche alcuni giorni richiusi e venivano tenuti , inutile dirlo, in condizioni minime.

Allora lei, per aiutarli, portava loro di nascosto del cibo approfittando del fatto che 2 o 3 volte al giorno doveva scendere in cantina a caricare la caldaia.

Nel 1964 è stata aperta la nuova scuola elementare ed è stato acquistato il primo pulmino ecco la foto (la bidella e l’autista).”

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.